CERTIFICAZIONI MEDICHE: ULTIME NOVITA’ NORMATIVE

A  poco più di un mese dall’entrata in vigore del Decreto Balduzzi, (vedi news precedente del 3 agosto 2013 ) le cose cambiano nuovamente per quanto riguarda i certificati medici per la pratica dello sport. Vediamo come.
Ricordiamo nuovamente che il Decreto Balduzzi distingueva in maniera precisa fra tre categorie di attività sportiva: amatoriale, non agonistica e agonistica, con certificazioni diverse per ciascuna e di queste attività. Inoltre sottolineiamo con forza come la categoria che ci riguarda direttamente sia quella dell’attività non agonistica, difatti come recita il decreto


Si  definiscono  attivita'  sportive  non  agonistiche… coloro  che  svolgono  attivita'  organizzate  dal  CONI,  da societa' sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione  sportiva  riconosciuti dal CONI, che non siano considerati  atleti  agonisti  ai  sensi  del decreto ministeriale 18 febbraio 1982


Ma vediamo ora quali sono le  novità che smuovono il mondo dell’associazionismo proposte dal c. “Decreto del Fare”.
Dal  4 settembre le certificazioni mediche per chi pratica attività sotto l’egida degli Enti di promozione sportiva, non sono più soggette all’obbligo di presentare l’elettrocardiogramma e la misurazione della pressione arteriosa in quanto tali esami approfonditi sono ora prescrivibili a discrezione del medico di base.
La normativa, a prima vista molto favorevole, lascia però diversi  interrogativi riguardo il corretto comportamento di un medico coscienzioso nei confronti di chi si appresta ad iniziare un’attività sportiva.
Sicuramente si pone la necessità di integrazioni e di chiarimenti perché,  per come è stato presentato al momento il nuovo decreto legge, in futuro sarà difficile stabilire eventuali responsabilità o esoneri di colpa di esercenti o medici in caso di controversia con partecipanti ai corsi a causa proprio di questa “discrezionalità”.
Attendiamo di ricevere notizie riguardo la circolare interpretativa richiesta dalla Finmg, (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) preoccupata per le diverse implicazioni che dei vuoti potrebbero comportare,  che potrebbe chiarire qualsiasi ambiguità.
Riguardo le disposizioni sulla dotazione dei defibrillatori rimane invariato quanto detto precedentemente, con l’obbligo di dotazione sia per le Società professionistiche che per quelle dilettantistiche entro 30 mesi dalla data di pubblicazione del Decreto.
I tempi per quest’ultimo punto ci consentono di muoverci con calma e di evitare spese inutili e elevate. Vi invitiamo pertanto ad attendere novità in merito dal Comitato prima di procedere a sottoscrivere contratti per impegni d’acquisto.

 

Decreto Balduzzi http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/07/20/13A06313/sg


Nuovo Decreto Legge
http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2013-08-20&atto.codiceRedazionale=13A07086&elenco30giorni=true

L'ultima  circolare del Ministero della Salute alla federazione italiana Medici di famiglia.
 

» Torna alla Home

Info ACSI PADOVA

Indirizzo Sede
Galleria Ognissanti 26, 35129 Padova (PD)

Orari di apertura
Dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18.

Telefono
049.7801907 tre linee (dalle 11.00 alle 13.00 - Dal lunedì al venerdì)

WhatsApp
340.3708143

Fax
049.7927413 (Attivo 24h/24h)